Una Radice Bizzarra

Di: - Pubblicato: 15 gennaio 2016

rad

Il mondo naturale riserva curiose proprietà.

 

La Maca, il suo nome botanico è Lepidium meyenii, è una pianta erbacea di origine peruviana, cresce perennemente nelle alte altitudini, sulle Ande del Perù e della Bolivia. Appartiene alla famiglia delle Brassicaceae (cavolo), è considerata una pianta alimentare molto nutriente ed energetica e tradizionalmente pianta medicinale.

Spesso viene chiamata Ginseng peruviano, pur essendo priva di caffeina ha un effetto simile al caffè, dunque un naturale aiuto per chi soffre di stanchezza cronica e per chi svolge un’attività intellettuale impegnativa,   la radice presenta diversi colori, giallastro – dorato, biancastra, blu, porpora, nera, rossa e verde, in relazione al colore dei semi, coltivata grazie alla sua radice masticabile che fresca ha un sapore piccantino, ma che si riduce durante l’essicazione diventando man mano più zuccherino, la riproduzione è praticata appunto per semi, nel suo ambiente dura tantissimo.

La storia di questa radice racconta di quanto preziosa fosse stata in antichità per la popolazione Inca, pare che i guerrieri prima delle battaglie ne mangiassero per accumulare forze; la curiosità è che sembra essere nota per le sue qualità afrodisiache e rinvigorenti nell’ambito sessuale.

Nella donna, risulta indicata per risolvere e prevenire irregolarità mestruali, disturbi collegati al climaterio (fase che precede la menopausa) e anche in menopausa contro la fragilità ossea.

Interessanti sono le proprietà anabolizzanti che riguardano gli sportivi, oltre ad essere un buon energizzante, incrementando la forza fisica, contribuisce in maniera significativa allo sviluppo della massa muscolare.

La migliore qualità di Maca da utilizzare è di tipo biologico, è sempre consigliabile accertarsi di non avere intolleranze ed allergie a tale genere, anche se non sono state riscontrate delle controindicazioni.

È possibile utilizzarla come integratore.

In cucina, si utilizza in polvere e si sposa perfettamente con succhi di frutta, cioccolato, yogurt, latte e banane; ottima per preparazione di drink energizzanti.

Prepariamoci adeguatamente al cambio di stagione, traendone i migliori benefici.

 

Serena Porcelli