Bologna: EROTICART, Mostra Collettiva Presso ArteBo Fino Al 28 Maggio, Entrata Libera

Di: - Pubblicato: 26 Maggio 2021

di Claudia Notargiacomo

Bologna è città in fermento da sempre, dove è facile incontrare artisti, scrittori e poeti passeggiando sotto ad uno degli splendidi portici che la caratterizzano o sedendosi ad un tavolo in un cortile nascosto, ma aperto a chiunque abbia desiderio di condivisione.

Così era prima dell’emergenza sanitaria e in qualche modo così torna a vivere Bologna, con gli accorgimenti del caso e il distanziamento fisico, ma non quello sociale. Sono queste le atmosfere che si vivono in una città colta e resistente, dove è più facile ricordare che siamo esseri empatici, nati per scambio e confronto. E gli spazi della galleria ArteBo hanno accolto persone e creato uno sfondo sicuro perché si potesse condividere un momento prezioso fatto di pittura, ma anche di poesia, quella tosta, quella di strada, grazie alla presenza del poeta Jonathan Rizzo.

“EROTICART 21” è il titolo della mostra presentata presso ArteBo dal gallerista Roberto Lacentra, momento intrigante in cui conformismo e giudizi non trovano spazio, non solo per ciò che concerne la selezione delle opere esposte, ma anche per la presenza di un poeta raffinato ed elegante che sceglie di stare lontano da perbenismi e strade facili.

Ed ecco che l’occasione serve per ribadire quanto sia fondamentale e possibile continuare a sostenere e lottare perché arte e cultura non siano vittime sacrificali di un’emergenza sanitaria che, con accorgimenti e rispetto del prossimo, deve divenire opportunità per esprimere ancora maggiormente il bisogno che abbiamo l’uno dell’altro.

Alla sua decima edizione quest’anno la rassegna dedicata all’Eros coinvolge circa trenta artisti, aperta liberamente al pubblico tutti i giorni dalle 16 alle 19, è divisa in tre sale ed è stata inaugurata con la presenza di differenti performance di poesia e interpretazione attoriale.

Le opere, molto differenti tra loro, restituiscono attraverso diverse scelte stilistiche, tecniche e di espressione, quel sentimento comune che è il desiderio, nelle sue forme più dirette o solo accennate. Si alternano colori e materiali, atmosfere e condizioni dell’animo a creare un’unica grande giostra in cui gioco e leggerezza parlano di verità e umanità, dell’Eros appunto che è vita, energia e motore di azione ed evoluzione. Un’esposizione da non perdere quella di Bologna, regalandosi alcuni momenti di bellezza e socialità ritrovata.

ARTEBO.it – info@artebo.it per prenotazioni e info