Intervista A Giorgio Ganzerli: Zelig Venerdì 20 Novembre con un Giallo Semi Serio

Di: - Pubblicato: 19 novembre 2015

Sonda.Life intervista Giorgio Ganzerli, in occasione della prima nazionale “Con un’accetta piantata nel cervello”, che si terrà venerdì 20 novembre presso lo Zelig di viale Monza a Milano.

foto ganzerli 2

Giorgio, cosa aspettarsi dalla serata di venerdì?

Si tratterà di un monologo, racconterò un giallo in chiave comica; il mio ruolo sarà quello del narratore che racconta di un omicidio, saranno presenti gli elementi classici del noir: omicidio, ispettore, indagini, ma anche una donna fatale e tanto whisky. E poi si riderà!

Un giallo comico? Un racconto che diverte il pubblico, insomma un approccio diverso da quello del cabaret?

Proprio così, non si tratta di cabaret classico, ma ho scelto un approccio che vuole utilizzare lo strumento del racconto, ma che regala risate: accadono delle cose, c’è ritmo. Avevo voglia di esprimermi attraverso un genere per me nuovo, diverso e sono convinto che il risultato sia tutto tranne che noioso, un racconto non deve essere necessariamente noioso…

Cosa ti ha spinto a concepire un’idea del genere?

C’è una riflessione che mi ha portato qui, l’urgenza di esprimere un concetto che ritengo riguardi ognuno di noi: noi tutti abbiamo qualcosa da nascondere, una parte di realtà, di interiorità, più o meno imbarazzante, più o meno grande, che non possiamo rivelare. Insomma nessuno è normale e nessuno fa una vita lineare. Non si tratta di giudicare, ma semplicemente di accettare che questo concetto è universale e riguarda tutti. E perché non parlarne facendo ridere?

foto ganzerliProgetti per il futuro?

Già…posso dire che non finirà qui! Ho in mente un trittico del noir, prossima tappa La rapina, già in cantiere, e poi ancora, per il terzo anno, un nuovo episodio, ma sarà una sorpresa, non possiamo svelare proprio tutto!

Grazie Giorgio, a venerdì allora…

Claudia Notargiacomo

 

“Con un’accetta piantata nel cervello” è un monologo comico che catapulterà lo spettatore nelle proprie vite private. Il ritmo incalzante e i colpi di scena accompagneranno il pubblico in un mondo apparentemente “normale” ma, dietro la “normalità” spesso si nasconde un mondo bizzarro, assurdo e a volte incomprensibile.

Per info 02.255.1774