ColorAid Per Fondazione Arché: Nuovo Progetto Di Edilizia Etica

Di: - Pubblicato: 16 gennaio 2018

2017 ColorAid: inaugurata la prima casa di accoglienza, è iniziato alla grande un importante cammino!

di Claudia Notargiacomo

 

E’ partito il progetto ColorAid di edilizia etica che riqualifica gli spazi di accoglienza di strutture operanti nel sociale. Si tratta di un cammino che ha visto la sua prima tappa nel 2017, con la realizzazione della riqualificazione di Casa Accoglienza Arché, conclusasi nei primissimi giorni di dicembre. Radio Colore e Colore&Hobby sono le testate specializzate di riferimento del settore edilizio, che hanno voluto e promosso il progetto, collaborando con aziende del comparto in questa coinvolgente esperienza, per una partecipazione attiva delle stesse aziende nell’area del sociale. Al progetto ha collaborato anche Anvides, l’associazione di riferimento per artigiani e applicatori, che si è occupata della parte organizzativa e operativa della riqualificazione.

Casa Accoglienza Arché, la struttura scelta per l’iniziativa, è stata inaugurata il giorno 18 dicembre con una merenda a base di panettone e caramelle, tra la gioia delle mamme rientrate in un ambiente nuovo e colorato e le corse dei bimbi alla scoperta del nuovo spazio giochi dalle tinte pastello e i disegni realizzati in pittura lavagna per lasciare spazio alla creatività dei più piccoli. La struttura è, infatti, molto grande, ben 600 mq e ospita 9 nuclei mamme-bambino, allontanati dalle famiglie di origine per differenti motivazioni e complessità. Fondazione Arché, che gestisce la struttura, si occupa infatti di situazioni di disagio e promuove un percorso di recupero ai fini dell’autonomia e rinserimento sociale. Padre Giuseppe Bettoni è il Presidente della Fondazione, riferimento prezioso, che ha dimostrato grande sensibilità e riconoscenza nei confronti di ogni persona che abbia preso parte al progetto.

Grande è stata la gioia e la soddisfazione di chi ha partecipato in prima linea, mettendo a disposizione la propria professionalità e collaborando con grande affiatamento, per dieci intensi giorni di cantiere. All’iniziativa hanno partecipato anche gli studenti del liceo Alessandro Volta di Milano all’interno dei progetti di alternanza scuola/lavoro, dimostrando grande serietà e capacità di apprendere molteplici competenze sotto la guida di operai e decoratori specializzati. Inoltre, per quanto riguarda la parte di comunicazione, i ragazzi sono stati seguiti da videomaker professionisti e dagli insegnanti che nelle ore di lezione a scuola hanno stimolato la rielaborazione dei contenuti. I ragazzi si sono dichiarati entusiasti di ‘sporcarsi le mani’ per un fine nobile, che ha promosso i concetti di utilità sociale e collaborazione tra settori differenti per un bene comune.

Alla base di ColorAid, che è già pronto per una nuova tappa per il 2018, rimane il tema del colore quale strumento di benessere e il concetto di bellezza per tutti. E’ Gianni Napolitano, consigliere di Anvides, che ha studiato il progetto colore e ha condiviso con gli studenti del Liceo Volta il senso di una scelta cromatica che ha a che vedere con il benessere psicologico.

ColorAid, ovvero il colore che aiuta, si pone l’obiettivo di promuovere e raccogliere le sensibilità esistenti all’interno del mondo dell’edilizia, convogliando le energie delle aziende disponibili, verso il mondo dell’accoglienza, per la promozione di un nuovo concetto di Edilizia Etica. Quello dell’edilizia è indubbiamente un mondo controverso, dove diventa ancor più importante, quindi, dare visibilità a quelle aziende capaci di un business virtuoso e interessato a farsi carico di una parte di responsabilità sociale importante, attraverso l’attivazione delle proprie competenze. Splendido osservare come riqualificazione ed esplosione di colore siano diventati in questo modo strumenti per accendere sorrisi e vedere ambienti dedicati alle case-famiglia divenire sempre più salubri e accoglienti! Vogliamo nominare chi si è attivato in prima linea, mettendo a disposizione energia, materiali e lavoro per partecipare ad un cammino di ricostruzione delle vite di alcune giovani ragazze e dei loro bimbi: Amonn®, J Colors, Mirka, MonzoPaint, Pennelli Cervus, Prima®, Rigo® e Risanaré®.