Dai Mercati Di Via Padova Frutta E Verdura Per I Poveri. Grazie Ai Volontari

Di: - Pubblicato: 5 dicembre 2016

Progetto “Recup” contro lo spreco alimentare in alcuni mercati di Milano. Una quarantina di persone, tra cui molti giovani, raccolgono frutta e verdura ancora buona ma che andrebbe buttata: “Evitiamo che siano costretti a rovistare nella spazzatura, come facevano prima”

Nel giro di un’ora hanno raccolto 351 chili di frutta e verdura. Sul marciapiede di via Termopili, bagnato dalla pioggia, spicca il rosso delle cassette piene di pomodori: quasi 130 chili. E poi ci sono banane, cachi, cime di rapa, erbette, limoni, melanzane. I commercianti del mercato del venerdì li avrebbero gettati nei sacchi della spazzatura, se non fossero passati i volontari di Recup, progetto contro lo spreco alimentare promosso da un gruppo composto soprattutto da giovani. Oltre ai mercati della zona di via Padova, i volontari, complessivamente una quarantina, raccolgono anche piazzale Martini e piazza Sant’Agostino. Verso le due del pomeriggio passano tra le bancarelle e chiedono: “Hai da buttare qualcosa?”.

In via Termopili gli ambulanti ormai aspettano questi volontari, con le cassette già pronte. Si tratta di merce ancora buona, ma poco presentabile perché troppo matura o ammaccata. Le cassette vengono man mano messe tutte in un punto della via. E si crea un discreto e silenzioso pellegrinaggio di una quindicina di persone che ne hanno bisogno. Mentre i volontari sistemano carote e finocchi, si avvicinano, fanno un breve cenno di saluto e scelgono, infilando velocemente frutta e verdura nella borsa. La povertà non conosce frontiere ed età: ci sono due donne cinesi, un paio di anziane italiane, un uomo che sembra originario del nord africa. “Sono più o meno sempre le stesse persone -racconta Federica Canaparo, una delle volontarie-. Con questo progetto evitiamo che siano costrette a rovistare nella spazzatura, come facevano prima che ci fossimo noi. Così è più dignitoso”.

I volontari di Recup hanno iniziato la loro lotta allo spreco un paio di anni fa. Da qualche mese sono diventati un’associazione. Grazie ai social network, al gruppo iniziale di tre giovani si sono aggiunte altre persone. “Da luglio ad oggi abbiamo raccolto oltre 4 tonnellate di cibo – aggiunge Federica Canaparo -. Ogni tanto abbiamo delle sorprese, come quest’estate quando un fruttivendolo ci ha donato 180 chili di banane perfette”. Quel che i poveri del quartiere non prendono, viene poi donato a centri per stranieri o a un paio di parrocchie o a piccole comunità d’accoglienza. I volontari di Recup sono in contatto con una rete di associazioni e di volta in volta destinano le cassette di frutta e verdura in base ai bisogni. (dp)

© Copyright Redattore Sociale

http://www.agenzia.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/521795/Dai-mercati-di-via-Padova-frutta-e-verdura-per-i-poveri-Grazie-ai-volontari