Edilizia Scolastica, Spetta Ai Municipi Decidere Sulla Manutenzione Straordinaria

Di: - Pubblicato: 31 Ott 2016

Il comune di Milano ha stabilito recentemente l’attivazione di nuove procedure di partecipazione dei nove municipi cittadini, per esempio quella di indicare le priorità d’intervento sull’edilizia scolastica. “Questa decisione” fanno sapere da Palazzo Marino “renderà le modalità di decisione e di attuazione della manutenzione straordinaria più efficaci, veloci e aderenti ai bisogni del territorio”. Saranno quindi i singoli decentramenti ad individuare una lista di priorità su cui far convergere gli interventi nel rispetto dei vincoli posti dalle linee generali d’indirizzo del Comune di Milano e dalle disponibilità di bilancio, circa 22,5 milioni di euro annuali.

“Un altro passo importante di un percorso di dialogo e partecipazione che mira a coinvolgere i rappresentanti della cittadinanza nelle decisioni amministrative” dichiara l’assessore ai Lavori pubblici Gabriele Rabaiotti, che conclude “La condivisione delle responsabilità decisionali è il migliore strumento a nostra disposizione per ottimizzare le risorse e proseguire nell’opera di graduale riqualificazione del patrimonio rappresentato dalle circa cinquecento scuole di Milano, oltre a dare traduzione concreta anche al nuovo mandato dei municipi e al ruolo che gli stessi sono chiamati a svolgere”.

Le liste di priorità d’intervento saranno consegnate dalle  giunte decentrate entro la fine del mese di gennaio 2017  all’amministrazione comunale, in modo da consentire agli uffici tecnici di approfondire, progettare e programmare i lavori.

Il Comune, invece, continuerà ad occuparsi degli interventi relativi alle bonifiche da amianto e dell’ottenimento dei CPI (Certificati di prevenzione incendio), le cui linee di finanziamento continueranno quindi ad essere autonome ed aggiuntive rispetto a quelle della manutenzione straordinaria.

 

L.R.