LA DARSENA: CULLA DI MILANO

Di: - Pubblicato: 4 giugno 2015

Oggi Milano si riappropria di un simbolo storico della città: la Darsena che, grazie alla preziosa riqualificazione, torna a essere un luogo aperto ed estremamente importante per tutti i cittadini. Si è operato ridisegnando l’antico porto e ridefinendo gli spazi adiacenti: il progetto, navigli-1per il quale sono stati investiti circa 19 milioni di euro, è stato ideato dagli architetti Edoardo Guazzoni, Paolo Rizzatto, Sandro Rossi e dallo Studio Bodin&Associés. L’intervento ha portato al rinnovo delle sponde della Darsena e alla creazione di nuovi spazi di passeggio e nuovi approdi per la navigazione turistica, oltre alla riqualificazione di piazza XXIV Maggio, che è stata quasi completamente pedonalizzata e arricchita di spazi verdi. Nuovi alberi sono stati piantati lungo le passeggiate parallele sulle due sponde della Darsena, mentre sul limite occidentale del bacino un giardino scende fino al livello dello specchio d’acqua.

La riqualificazione della Darsena ha consentito anche la conservazione e la valnavigli-2orizzazione di importanti reperti monumentali rinvenuti durante i lavori di scavo archeologico, come il ponte quattrocentesco, i resti della Conca di Viarenna e le fondazioni delle mura urbane cinquecentesche. La vecchia sede del mercato comunale è stata demolita e sostituita da una nuova struttura, realizzata accanto a viale D’Annunzio con un ruolo di cerniera tra gli spazi pedonali lungo le sponde e piazza XXIV Maggio.

Il nuovo e restaurato porto di Milano è inoltre teatro di numerose iniziative ed eventi: concerti, navigazione lungo il Naviglio, gare di canottaggio e molto altro ancora, permettendo ai milanesi, e non solo, di vivere fino in fondo la città.

 

Marco Feliciani