La Masseria della legalità, luogo di formazione per oltre 4 mila ragazzi

Di: - Pubblicato: 29 maggio 2017

Nel maggio di due anni fa giovani della Caritas e di Libera “occuparono” la Masseria di Cisliano, confiscata alla ‘Ndrangheta. Abbandonata a se stessa, l’hanno salvata dal saccheggio e dal degrado. Ed è diventata un punto di riferimento nel sud ovest di Milano, con i suoi corsi e campi sulla legalità. E ora tutti i comuni Lombardi potranno inviare i ragazzi seguiti dai servizi sociali.

Sono ormai passati due anni da quando un gruppo di volontari della Caritas e di Libera occuparono a metà maggio la Masseria di Cisliano, bene confiscato alla ‘Ndrangheta e abbandonato al degrado. Hanno fatto i turni per salvare edifici, attrezzature e cortili di questo ex ristorante di circa 10mila metri quadri nel sud ovest della Città Metropolitana. Un’occupazione che riuscì a svegliare e sbloccare la burocrazia e l’Agenzia nazionale dei beni confiscati, che assegnò provvisoriamente la Masseria al Comune di Cisliano. Oggi è gestita dall’associazione “Una casa per te” e dalla Caritas zonale e ha ospitato scolaresche, giovani, volontari da tutta Italia. Sono passati da lì per seguire incontri o periodi di formazione sulla legalità oltre 4 mila ragazzi. E nei quattro appartamenti di housing sociali sono già transitate una ventina di persone in difficoltà, ospitate per periodi più o meno brevi e aiutati a risolvere i loro problemi di lavoro o di ricerca della casa. Decine di volontari, di ogni età, hanno lavorato duramente per ristrutturare gli edifici. “Non si contano poi gli incontri che abbiamo fatto nei comuni del territorio – aggiunge don Massimo Mapelli, responsabile della Caritas zonale -. La Masseria è diventato un luogo dove si incontrano vite diverse, dove si creare solidarietà, dove si danno nuove opportunità alle persone più svantaggiate”.

Per questa estate sono previsti 13 campi di educazione alla legalità. Il primo parte domenica 29 maggio con le classi di alcuni licei che trascorreranno lì una settimana nell’ambito del loro periodo di alternanza scuola-lavoro.
E da oggi, la Masseria potrà contare anche sull’appoggio della Fondazione Enti Locali Milano, di Legautonomie e della Scuola delle buone pratiche (promossa da Terre di mezzo). È stato infatti sottoscritto un protocollo che le impegna a far conoscere i Campi della legalità della Masseria a tutti i comuni lombardi. I comuni potranno inviare a prezzi ridotti i ragazzi seguiti dai Servizi sociali, così da far loro vivere un’esperienza sociale formativa, in un ambiente giovane e festoso. “Impareranno a vivere, lavorare e discutere insieme ad altri ragazzi della loro età. Impareranno a porsi domande e cercare risposte non scontate”, sottolineano le tre associazioni. (dp)

© Copyright Redattore Sociale

http://www.agenzia.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/536184/La-Masseria-della-legalita-luogo-di-formazione-per-oltre-4-mila-ragazzi