Luoghi Di Culto A Milano: Al Via La Fase Di Valutazione Delle Richieste Pervenute In Comune

Di: - Pubblicato: 7 novembre 2016

Sono 23 le associazioni religiose che hanno presentato richiesta per la realizzazione di luoghi di culto nella città metropolitana, ora che il Comune di Milano lo ha reso possibile dopo lo stop imposto da una legge contro le moschee di Regione Lombardia durante la giunta Pisapia.

Molte sono state le manifestazioni di interesse pervenute presso la sede del settore urbanistica del Comune di Milano, tra cui 7 provengono da centri islamici e 15 da chiese evangeliche del Coen, le apostoliche, le pentecostali e le ortodosse e il centro interbuddista. “L’ampia partecipazione è il modo giusto per avviare il percorso con cui arrivare a garantire a tutti un luogo dignitoso per pregare”, sottolineano la vicesindaco Anna Scavuzzo e l’assessore all’Urbanistica Pierfrancesco Maran. L’amministrazione comunale e le commissioni di competenza procederanno ora a una fase di valutazione, che consentirà poi di proseguire con la pianificazione urbanistica richiesta dalla legge regionale. Fonti del Comune di Milano prevedono la realizzazione del progetto e quindi la costruzione di luoghi dove permettere alle  tante e diverse tra loro culture religiose che vivono a Milano di professare la propria fede entro due anni.

 

L.R.