Partono I Lavori Per La Costruzione Della Vasca Che Impedirà Al Seveso Di Esondare

Di: - Pubblicato: 11 luglio 2016

Il Tribunale superiore delle acque pubbliche ha respinto i ricorsi presentati dal Comune di Senago contro il progetto definitivo per la creazione di una vasca di laminazione sul suo territorio.

foto per art Lucio Salciarini

“Questa è un’ottima notizia perché rappresenta un importante passo in avanti verso la realizzazione dell’opera, parte di un intero piano”  dichiara Marco Granelli assessore alla Mobilità e Ambiente.  La vasca di contenimento consentirà di raccogliere le acque del Seveso e prevenire le esondazioni del fiume a Milano. “Su questi temi” afferma Viviana Beccalossi, assessore regionale al Territorio e Difesa del suolo “è necessaria una condivisione totale da parte di tutte le istituzioni coinvolte; un concetto che ho espresso anche al neo Sindaco di Milano Giuseppe Sala nel primo incontro istituzionale avuto con lui in qualità di titolare delle deleghe sulla Città metropolitana”.

Comune di Milano e Regione Lombardia stanno da tempo lavorando a un piano di difesa idraulica dalle esondazioni del Seveso. Questo prevede la creazione di un sistema di vasche di laminazione e l’allargamento del canale scolmatore. Il piano di intervento di difesa idraulica dalle esondazioni del Seveso è considerato il più efficace ed è stato sviluppato col supporto di Aipo e MM con un investimento di circa 150 milioni già finanziati da Governo, Regione e Comune. Proseguono intanto i lavori per l’allargamento del canale scolmatore per un importo di circa 23 milioni già finanziato da Regione Lombardia. Inoltre sono in fase di avvio i lavori per la vasca di Senago, finanziata per 20 milioni dal Comune di Milano e per 10 milioni da Regione Lombardia.

Il Comune di Milano è stato l’unico in Italia ad essere intervenuto con risorse proprie per arginare il dissesto idrogeologico. Per le vasche di Lentate sul Seveso, Parco Nord, e Paderno/Varedo – tutte finanziate dal Governo – sono in corso l’approvazione dei progetti e le valutazioni ambientali strategiche.

 

Lucio Salciarini