PRIDE WEEK 2016 MILANO

Di: - Pubblicato: 27 giugno 2016

A cura di Daniel Battaglia

La settimana dell’orgoglio GAY Milanese quest’anno è stata più lunga del solito, iniziata il 18 giugno con un susseguirsi di eventi, presentazioni, serate di canto, musica e tanto altro. Eccone alcune di particolare rilievo.

rfew

Martedì 21 giungo: presentazione di due testi presso la Libreria Popolare Tadino.

L’evento  si intitolava “Gay made in India”, incontro con R. Raj Rao, scrittore e saggista Indiano.

Ci sono dei paesi in cui l’omosessualità è considerata un reato e l’india è uno di questi, grazie ai loro ex colonizzatori Inglesi artefici della legge discriminatoria mai abolita. A raccontare come vive oggi un gay in India è appunto R. RAJ RAO, autore di “Il mio ragazzo” e “Autobiografia di un indiano ignoto”.

Raj Rao, racconta come, pur essendo docente di Letteratura in lingue locali indiane presso l’università di Pune, è allo stesso tempo uno tra i maggiori attivisti indiani per i diritti civili degli omosessuali. Questo dato non è poca cosa quando si pensa che l’omosessualità è mal vista in un paese attualmente governato da una destra che dà molta importanza alla religione locale omofoba, un paese in cui l’omosessualità è un reato. L’autore spiega che a salvarlo è proprio l’ignoranza dei sui capi di governo e della casta religiosa; infatti lui scrive e pubblica i suoi scritti in Inglese, lingua che non molti in India conoscono correttamente e comunque non a sufficienza per la lettura di un libro.

È comunque evidente che rimane pur sempre un grosso rischio per lui fare ogni giorno la scelta di rimanere, vivere e lavorare in un paese che in qualsiasi momento potrebbe fargli pagare la sua irriverenza nei confronti della legge e delle istituzioni.

 dsAltro momento importantissimo, all’interno della Gay life Milanese è l’inaugurazione di Antigone la nuova libreria LGBTQI* milanese. Dopo un vuoto durato circa 10 anni con la chiusura della storica libreria Babele, a parte un paio di tentativi, non c’era più stata nessuna attività commerciale che fosse anche un punto di riferimento culturale e letterario GAY. Veronica e Mauro si sono lanciati in una sfida con l’apertura di questa libreria specializzata in titoli LGBTQI, quella di reggere al mercato e riuscire a diventare un punto di riferimento per la ricerca e l’identità omosessuale e di genere non solo per Milano ma possibilmente per l’Italia.

Gay Pride, la Parata dD

Sabato 25 giugno la parata ha avuto come  ritrovo Piazza Duca D’Aosta alle 15:00, partenza alle 16:00 e arrivo a P.ta Venezia. I partecipanti sono stati più di 200 mila.

Arrivati a Porta Venezia, sul palco si sono susseguiti molti attivisti e non, del Movimento Omosessuale Italiano e Milanese oltre all’ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia, al neo sindaco Giuseppe Sala e all’assessore alle politiche sociali Pierfrancesco Majorino.

Un momento di grande coesione tra le istituzioni e i vari gruppi del movimento Omo-Transessuale Milanese ma anche un momento di grande commozione con un finale eccezionale, un flashmob e musica a tutto volume fino a notte fonda.

KJ

La settimana dell’orgoglio GAY di solito si conclude con la parata ma quest’anno continua anche questa settimana visti i tantissimi eventi in programma. Molti  di questi si sono susseguiti dentro e fuori dai locali GAY della zona di Porta Venezia, come il Party che “celebra” le prime 100 Unioni Civili d’Italia al Leccomilano oppure il “Paint it Loud” Festival della Pittura Etica o ancora il Checcoro primo coro LGBTQI Italiano e tanti altri ancora.

 

Questa settimana quindi la festa prosegue con la cultura cinematografica e grazie allo storico Festival Mix Milano “di cinema gay lesbico e queer culture” che ormai da molti anni viene ospitato dal Teatro Strehler.

Quest’anno ricorrono i 30 anni del festival, 30 anni di cinema per la comunità Omosessuale. Anni importantissimi che ci hanno aperto la mente, l’anima e il cuore. È da sempre uno spiraglio per ogni diverso, un momento dedicato a se stessi in mezzo ad altri se stessi, come fondersi finalmente in un unico essere, consci però che si è in tanti e non più soli, un momento di forte emozione e al contempo di grande riposo da una vita e da una società concepita da e per eterosessuali prepotentemente schiaccianti in cui la diversità non deve esistere di qualsiasi natura essa sia.

jkbjk

Il Festival Mix Milano inizia giovedì 30 giugno alle 19:30 con il lungometraggio “Coming Out” di Alden Peters e termina domenica 3 luglio alle 22:30 con “Tangerine” si Sean Baker.

Come ormai da sempre a rendere possibile questo festival e a condurlo è il direttore artistico Giampaolo Marzi e la sua squadra.

Tutte le info e il programma completo sul sito ufficiale: www.festivalmixmilano.com

 

*LGBTQI: lesbiche gay bisessuali transgender queer intersessuati