“Rotaie verdi” La Proposta Avanzata Da WWF Italia E Comune Di Milano

Di: - Pubblicato: 24 Ott 2016

All”Urban center di Galleria Vittorio Emanuele a Milano è stata presentata la proposta “Rotaie verdi”, progetto nato da WWF Italia in collaborazione con Comune di Milano, Fondazione Cariplo e Rete ferroviaria italiana. Il progetto prevede la realizzazione lungo le aree degli scali ferroviari dismessi di Porta Genova, San Cristoforo e Porta Romana una grande oasi naturalistica. Dopo diversi studi effettuati sul campo da esperti naturalisti si è arrivati all’elaborazione di un’ipotesi di modello innovativo di rigenerazione dello spazio urbano. L’idea, secondo gli esperti, è quella di sfruttare la fascia del rilevato ferroviario per realizzare un corridoio ecologico lungo i binari, ipotizzando su parte delle aree la nascita di oasi naturalistiche dotate di una natura più ‘selvaggia’ che si integrino e interagiscano con le aree destinate a verde pubblico.

Il recupero e la realizzazione di aree verdi e quindi la valorizzazione del verde urbano ha già dimostrato di essere una chiave vincente in altre città europee, come per esempio Parigi, dove è stata realizzata una passeggiata verde di 4,5 km lungo un’antica linea ferroviaria di Promenade Plantée.

“La riqualificazione degli scali ferroviari” sottolinea l’assessore all’urbanistica del Comune di Milano Pierfrancesco Maran  “è una delle grandi sfide per lo sviluppo sostenibile della nostra città ed anche un’ occasione per rendere fruibili e vitali ampie aree che oggi si trovano in una situazione di degrado e abbandono”.

“Il progetto Rotaie verdi” ha spiegato Paola Brambilla, delegata regionale del WWF  “è un esempio vivido di come la pianificazione e la progettazione urbana possono essere formidabili strumenti di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici; le aree dismesse urbane sono luoghi per nuove funzioni anche ecologiche.”

 

La Redazione