“Tempo Di Libri” Milano Ospita La Prima Edizione Della Nuova Fiera Dell’Editoria

Di: - Pubblicato: 10 Ott 2016

I padiglioni di Fiera Milano Rho ospiteranno dal 19 al 23 aprile “Tempo di Libri”, la prima edizione della nuova Fiera dell’editoria italiana. Organizzata da La Fabbrica del Libro (una nuova società costituita da Fiera Milano e da Ediser, società di servizi dell’Associazione Italiana Editori, presieduta da Renata Gorgani e con amministratore delegato Solly Cohen), la manifestazione coinvolgerà editori, autori, bibliotecari, librai, studenti e lettori in un grande evento in cui si fonderanno tradizione e innovazione letteraria.

La lettura sarà affrontata come fonte di intrattenimento, esplorazione personale, strumento di crescita per il lettore e per il Paese; il programma si rivolgerà tanto agli appassionati quanto a chi non ha ancora scoperto la meraviglia dei libri.

foto-x-art-la-redazione

“Al pubblico che visiterà la fiera” sottolineano gli organizzatori  “non viene chiesto di essere solo spettatore passivo di conferenze e presentazioni, ma verrà invitato a partecipare in modo diretto agli appuntamenti in programma, ricreando nei padiglioni della Fiera quell’atmosfera di condivisione che è elemento caratteristico delle comunità di lettori sulle reti digitali”.

Tempo di Libri sarà un evento dalla spiccata dimensione internazionale: ideale punto di incontro tra operatori stranieri ed eccellenze nazionali. Ma un rapporto speciale sarà sviluppato con il territorio, a partire da quello di Milano: le librerie e le biblioteche della città (e della Lombardia) saranno coinvolte in una serie d’iniziative che confluiranno il 23 aprile nella Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore.

“La Fiera del libro” ha dichiarato il sindaco di Milano Giuseppe Sala “sarà una nuova occasione di crescita per Milano. La nostra città, infatti, ha nell’editoria una delle sue anime più rappresentative. Quello che spero è che questo appuntamento, come succede già con gli eventi di BookCity e PianoCity e con il Fuorisalone del Design, contribuisca a rendere sempre più attrattiva Milano, punto di riferimento non solo per il nostro Paese, ma anche a livello internazionale”.

 

La Redazione