“Una persona così non si ammalerà mai”

Di: - Pubblicato: 12 febbraio 2016

Quando era giovane ha giocato a basket per molti anni. Guardandolo si capisce subito il perché: è davvero alto, le sue mani sono giganti e a guardarlo negli occhi dopo un po’ viene il torcicollo. “Una persona così non si ammalerà mai“, viene da pensare osservando le spalle larghe e il viso disteso, e invece G. è l’ennesima conferma di quanto le condizioni materiali e sociali di vita influiscano sul benessere, fisico ed emotivo, delle persone. La solitudine, l’isolamento sociale, la scarsità di cibo e il sonno intermittente di chi dorme esposto alle intemperie e ai rischi portano le persone – anche le più sane e forti – ad ammalarsi più o meno progressivamente.

 

Abbiamo conosciuto G. qualche mese fa, al nostro Poliambulatorio di Marghera, nell’ambito del progetto “Dimissioni Protette”. Diversi servizi comunali, sanitari, volontari, associazioni, fra le quali Emergency, hanno creato quest’opportunità per i senza dimora che, dimessi dall’ospedale in seguito a un ricovero, hanno bisogno ancora per qualche giorno di un posto caldo, accogliente e dove ricevere assistenza sanitaria. Tornare “in strada” dopo un intervento chirurgico, con delle ferite non cicatrizzate o ancora debilitati, può infatti compromettere il percorso di guarigione. G. era stato ricoverato qualche mese prima, dopo una segnalazione di alcuni volontari che lo hanno trovato privo di sensi, vinto da una febbre in parte dovuta a ferite infette sui piedi e in parte a una brutta malattia, la tubercolosi. Entrambi questi problemi sono insorti quando G. è finito in strada, perdendo le condizioni igieniche e di benessere a cui era abituato.

 

La storia che lo ha portato a essere “homeless” è simile a tante altre e, come tante altre, non è poi così lunga o straordinaria. Pochi anni fa G. ha lasciato il suo paese d’origine, nell’est Europa, perché il suo datore di lavoro aveva smesso di pagarlo da parecchi mesi ormai. Ha lasciato la mamma e un fratello diretto verso l’Austria, con la promessa di aiutarli da lì, e dopo qualche mese si è spostato in Germania, dove ha trovato un lavoro senza contratto.

Mirko Silva

Volontario del Gruppo Milano

 

 

Foto 1 e 2 – Poliambulatorio di Marghera

Ad eccezione di alcune figure sanitarie e non sanitarie che garantiscono l’organizzazione del servizio, il personale medico, paramedico e amministrativo del centro opera a titolo volontario e gratuito.

Poliambulatorio di Marghera_1 emergency Poliambulatorio di Marghera_2 emergency