ALCUNI SEGNALI CON CUI FIDO COMUNICA LE PROPRIE EMOZIONI!

Di: - Pubblicato: 2 Ottobre 2015

I cani utilizzano alcuni segnali ben precisi sia per calmare se stessi in particolari momenti in cui si sentono stressati o a disagio, sia per far capire ad un altro soggetto che le loro intenzioni sono buone.

Alcuni di questi segnali sono quasi invisibili e sfuggono a occhi non esperti.

Sono segnali importantissimi, che il cane apprende dai suoi simili e che in assenza di una costante socializzazione non può imparare, con il rischio di futuri problemi di comunicazione…

Sono stati individuati piu’ di trenta segnali di calma, i piu’ conosciuti sono:

Girare la testa: per esempio quando due cani si incontrano

Socchiudere gli occhi: se il peloso vuole guardare qualcuno, ma non vuole apparire minaccioso, eviterà di guardare “l’altro” dritto negli occhi, questo sarebbe un vero e proprio segnale di sfida, quindi decide di assumere uno sguardo piu’ dolce

Leccarsi il naso: è frequente durante l’incontro tra due cani, ma difficilissimo da cogliere perché si tratta di un gesto velocissimo. Questo segnale di calma viene utilizzato molto spesso da cani dal manto nero: la lingua rossa si vede bene sul pelo nero, rispetto ad altre espressioni facciali, e serve per far comprendere velocemente a chi si trova davanti che le intenzioni sono buone

Posizione del gioco: quando il nostro peloso si abbassa sulle zampe anteriori, posizione chiamata “inchino”, sta invitando alla calma, ma se il cane saltella da una parte all’altra, mantenendo le zampe piegate, sta formulando un vero e proprio invito al gioco

Sempre per esprimere intenzioni positive il nostro peloso può decidere di camminare lentamente o fermarsi nel momento dell’incontro con l’altro cane o camminare disegnando una curva, allontanandosi per poco dalla direzione dalla quale arriva l’altro cane o l’altra persona

Questi sono solo alcuni segnali che potremmo utilizzare anche noi quando incontriamo un cane che non conosciamo: di solito tendiamo ad andare incontro ai cani con mano alzata (magari sulla testa del cane… NOOOO!) Sicuramente lui per calmarsi volterà la testa dall’altra parte… cerchiamo di fare uno sforzo anche noi per non spaventarlo!

Approcciamo il cane “prendendola alla larga” mani lungo il nostro corpo e aspettiamo che sia lui a volerci conoscere…

Alla prossima! Bau

Ivana Lojacono
Educatrice Cinofila
Mob: 3403375339
iva.lojacono@gmail.com