Giocare Con Fido Attraverso Il Suo Linguaggio Renderà A Noi Tutto Più Semplice E A Lui Tutto Più Divertente

Di: - Pubblicato: 26 novembre 2015

Giocare Con Fido Attraverso Il Suo Linguaggio Renderà A Noi Tutto Più Semplice E A Lui Tutto Più Divertente

Una delle situazioni più facili da osservare al parco è proprio questa: il cane e la pallina… lui aspetta il fatidico lancio della pallina, corre, la prende e non me la riporta!

Innanzitutto dobbiamo armarci di due palline e non di una sola.

Il cane ha una sua scala di valori..

La pallina non vale sempre 10. La pallina in tasca vale 1 perché lui sa che l’abbiamo in tasca e che potremmo tirarla fuori in ogni momento, ma per il momento e’ in tasca e per lui vale 1.

Se prendo la pallina dalla tasca vale 2! Ce l’ho in mano e potrei lanciarla in ogni momento… ma non la lancio quindi per il cane vale 2.

Se comincio a giocherellare con la pallina in mano vale 6! Si comincia a giocare!!!foxhound_dog_canine

Se sollevo il braccio per lanciarla vale 9!

Se la lancio vale 10!

Nel momento in cui il cane ha la pallina in bocca, questa comincia a perdere di valore, il cane ha soddisfatto l’istinto predatorio ed e’ entrato nella fase di “consumazione” della preda… e qui entra in gioco la seconda pallina.

Se quando il cane ha in bocca la seconda pallina noi non ci muoviamo, non facciamo niente, rimarrà concentrato sulla pallina che ha in bocca, quindi ci giocherà oppure l’abbandonerà in qualche angolo del parco.

Se al contrario noi cominciamo a muoverci con la seconda pallina in mano attireremo la sua attenzione perché capirà che il gioco non e’ finito… ma abbiamo tante palline! Ci guarderà … dobbiamo farlo avvicinare il piu’ possibile e quando sarà vicino a noi con la pallina ancora in bocca lanceremo la seconda pallina.

Nel momento in cui alzeremo il braccio per lanciarla lui lascerà quella che ha in bocca vicino a noi, ecco è proprio ora che lo premieremo con un “BRAVO”! Lanceremo nuovamente la pallina e così potremo continuare a giocare con lui.

In questo modo lui non avrà “paura” che gli porteremo via la pallina, ma la lascerà volentieri perché, in attesa del prossimo lancio. Risulterà anche più facile smettere di giocare, facendoci dare la pallina senza dovergliela togliere con la forza dalla bocca.

Se riusciamo a comunicare correttamente con lui, con il suo linguaggio, si instaurerà un rapporto molto speciale, che permetterà di goderci ogni istante passato insieme!

 

Ivana Lojacono
Educatrice Cinofila
Mob: 3403375339
iva.lojacono@gmail.com