Il Pisolo… Un’imprevedibile Consuetudine

Di: - Pubblicato: 5 novembre 2015

E sì, solo quest’ossimoro paradossale può spiegare appieno la natura dei nostri amici felini e chi ha la fortuna di ospitarne anche solo uno, sa perfettamente di cosa parlo. Ciò che rende questi animali unici è una natura ambivalente che oscilla tra una consuetudine ossessiva e una dinamica imprevedibilità, e per capirlo non c’è niente di più semplice che osservarli dormire.

Ricordatelo sempre, soprattutto se siete alla vostra prima esperienza e se state per allargare la vostra famiglia, ospitando un piccolo amico peloso.

pisolo foto gatto

Vi vedo già trotterellare gioiosi tra gli scaffali del migliore negozio per animali che avrete saputo scovare, per poi posare gli occhi sulla più bella, “comodosa” e simpatica cuccia per gatti. Sarete felici e soddisfatti nel portarla a casa e nello scegliere il luogo migliore dove posizionarla, magari in un angolo particolarmente accogliente. Sarete fieri del vostro acquisto ma nel momento in cui vedrete la reazione del vostro amico sono anche ragionevolmente certa che, ahimé, il sorriso vi scivolerà dalla faccia. E sì, questo bizzarro essere peloso ci camminerà di lato, la guarderà incuriosito, magari ci farà anche un giretto…ma mai e poi mai la eleggerà a luogo unico e deputato per le sue leggendarie dormite. Fidatevi, ci sono cascata anch’io la prima volta e spesso sono tentata di comprarne un‘altra.

Attenzione, non voglio certamente scoraggiare l’acquisto della cuccia, anzi penso sia un passo fondamentale, serve soprattutto a noi per imparare a fare posto al nostro nuovo amico come ai suoi oggetti, dovete solo accettare che, con molta probabilità, o sceglierà di dormire altrove oppure la userà ogni tanto e in alternanza con molti altri posti ben più insoliti.

 

Il gatto è destinato a occupare circa l’80% della propria giornata con la piacevole arte del “pisolare” – ndr l’altro 20% non vi aspettate di vederlo “correre” spasmodicamente per ogni dove – e questo comporta che molto ragionevolmente abbia voglia di farlo in posti e modi differenti. Il ventaglio delle bizzarrie feline, in questo campo, è davvero ampio, amano avere la visuale completa della stanza e prediligono mensole e ripiani alti o angoli della casa, amano sonnecchiare in luoghi tranquilli e riparati a volte anche nascosti (attenzione non confondete quest’abitudine con la ricerca di un rifugio quando non stanno bene…in questo caso se tentate di accarezzarli si ritraggono, nel caso contrario fanno le fusa). Per i nostri amici a quattro zampe vale un principio molto semplice, spesso ciò che a noi appare scomodo, per loro non lo è. Cosa fare quindi per rendere ancora più piacevole la sua vita tra le mura domestiche? Molto semplicemente lasciate degli spazi per lui: una cuccia, una mensola vuota, una coperta sul divano, una maglietta con il vostro odore sul letto…ci si addormenterà subito. In poche parole, fatelo entrare nella vostra quotidianità e lasciatelo libero di scegliere, tanto lo farà comunque.

 

Il vostro gatto amerà dormire nei luoghi più impensati, ma soprattutto seguendo schemi che imparerete a riconoscere. La mia piccola Vesper, nella sua consueta imprevedibilità, ha cicli abitudinari che durano circa due settimane; ruota senza sosta tra il letto, un improbabile cestino in vimini sopra le mensole della cucina – ndr è il “luogo pisolo della settimana, lo vedete nella foto –, una sedia girevole, un angolo ben preciso del nostro divano, una vecchia cesta natalizia che ho riempito di pupazzi e solo raramente (per la cronaca due volte in tre anni) in quella stupenda cuccia che le ho comprato quando è arrivata a casa nostra, così bella e così comoda che quasi ci dormirei io…

 

Per il resto quello che più le piace è “dormirmi” addosso…ma questa, come la condivisione del proprio letto con il nostro amico peloso è tutta un’altra storia…

 

Deborah Terrin