Intervista A Michael Firer, Veterinario Omeopata

Di: - Pubblicato: 13 novembre 2015

Qualche domanda a Michael Firer www.mishafirer.org

a cura di Catia Guiducci

Michael, sei un veterinario che ha fatto una scelta quanto meno singolare, hai deciso di utilizzare, per i tuoi pazienti pelosi, una medicina alternativa, l’omeopatia. Cosa ci racconti di questa tua scelta?

Nello specifico, io mi occupo di oncologia veterinaria, senza utilizzo di chemioterapia. Le terapie e i rimedi che utilizzo per curare i pelosi che si sono ammalati, vanno dall’omeopatia alla terapia Di Bella, passando per esempio attraverso la fitoterapia.

In un primo momento, molti anni fa ormai, mi sono avvicinato all’oncologia attraverso un approccio tradizionale, i risultati però non mi davano soddisfazione e non riuscivo a trovare in quell’approccio un modo per rendere la vita di questi amici quanto meno dignitosa. La chemioterapia e la radioterapia non rappresentavano, a mio parere, una soluzione per gli animali ed è così che mi sono avvicinato all’omeopatia e alla terapia Di Bella, che ha rappresentato una vera svolta, relativamente a risultati e qualità di vita.

Come funziona e su quali principi si basa questo tipo di cura?

La terapia Di Bella rimane pur sempre una medicina tradizionale, ma che si concentra sul concetto di potenziamento del sistema immunitario e della vitalità e potenzialità corporea. L’impiego di vitamine, a supporto del buon funzionamento del corpo e dell’energia necessaria per il corpo e la mente, garantiscono la benzina necessaria a questa dura battaglia contro il tumore. Vitamina A, E, C, selenio ecc alla base del protocollo, oltre all’impiego di bassissime quantità di farmaci antitumorali. Fondamentale, poi, è l’eliminazione delle tossine prodotte dalle cure, tossine che il corpo non è in grado di tollerare, già provato com’è dalle devastanti cure che lo mettono a dura prova.

Strada facendo, Di Bella, ha scoperto la funzionalità di questa molecola che è la melatonina, che viene conosciuta prevalentemente come regolatrice del ciclo circadiano, ma di cui nessuno conosceva bene le proprietà antiossidanti. Oggi è considerata una delle principali sostanze antiossidanti anti-età. Tutti i gruppi di ricerca al mondo che lavorano su problematiche legate all’età e all’invecchiamento ne riconoscono il valore. La melatonina inoltre ha effetti regolatori sul sistema ormonale funzionale e non dà effetti secondari. Inoltre noi sappiamo che quando il corpo ha la possibilità di riposare bene, ripara.

Molte e diverse le opinioni sul dottor Di Bella…

Di Bella ha lavorato per primo sull’impiego della melatonina nella cura del tumore, poi altri hanno fatto una fortuna su queste scoperte, mentre lui non ha mai inteso guadagnare nulla dal lavoro che ha fatto.

Naturalmente il protocollo è composto da diversi ingredienti, tra i più importanti abbiamo la somatostatina (approfondiremo nei prossimi articoli).

E l’omeopatia quale ruolo gioca?

Dopo aver compreso la sensatezza della terapia Di Bella, l’ho associata all’omeopatia e ad altre terapie complementari quali Scenar o IRECA. Per quanto riguarda l’omeopatia ogni paziente necessita di uno studio individuale, anche se esistono rimedi specifici, per tumori specifici. Inoltre utilizzo rimedi omotossicologici che, contemporaneamente, aiutano a produrre un effetto detossicante, ecc.
L’uso di questo protocollo complesso ha permesso di ottenere in molti casi risultati efficaci, interessanti. E, soprattutto, vite più lunghe e dignitose.