SORBETTO ZUCCA E ZENZERO

Di: - Pubblicato: 18 dicembre 2015

SORBETTO ZUCCA E ZENZERO

Con o senza la gelatiera

Screen Shot 2015-12-18 at 12.02.18

 

Ricorrenze Natalizie e di fine anno alle porte! La cosa migliore da fare è rimanere in salute senza rinunciare a soddisfare il palato e quindi prima e dopo queste festività solo ricette gustose, leggere e che concretamente aiuteranno il nostro organismo a contrastare le insidie del freddo, stress ed eccessi a tavola.

Ecco una ricetta dal sapore sfizioso e deciso, che favorirà la digestione e rinfrescherà il palato, tra due portate molto diverse tra loro, oppure come preludio ai dolci.

Potete ottenere un gustosissimo sorbetto sia con che senza la gelatiera.

 

Ingredienti  per circa 12 persone:

 

  • 550 gr di zucca a pasta gialla già pulita
  • 350 ml di acqua
  • 160 gr di zucchero bianco
  • 20 gr di zenzero fresco del Perù già sbucciato
  • 1 pizzico di sale fino

 

Procedimento :

Iniziate a mondare e tagliare a pezzi grossi la zucca. Metteteli in una pirofila con un bicchiere di acqua in forno preriscaldato a 180° per 30’ circa. Dopo i primi 15’ controllate che non serva altra acqua, nel caso aggiungetela ma che sia calda. Potete usare altri metodi per cuocerla come la pentola a pressione, sarà più difficile individuare i tempi di cottura ma se siete abituati a usarla è perfetto.

Mentre la zucca cuoce, mettete l’acqua e lo zucchero in una casseruola sul fuoco fino a bollore mescolando e poi spegnete e fate raffreddare.

La zucca è cotta quando la forchetta entra fin nel cuore dei pezzi, senza difficoltà ma senza spappolarsi; a questo punto, una volta raffreddata, andrebbe messa in frigo per un’oretta, prima di usarla ma se siete in ritardo saltate il tempo di frigo, basta che si sia raffreddata del tutto.

Durante questo tempo pulite lo zenzero per poi pesarlo e poi preparate il contenitore in cui andrete a riporre il sorbetto, controllate che sia ben pulito e asciutto e ponetelo in congelatore.

Quando la zucca e lo sciroppo sono freddi mettere tutti gli ingredienti in una ciotola, compreso lo zenzero grattugiato al momento, eliminando eventuali filamenti in eccesso e il pizzico di sale e frullate con un mixer ad immersione fino a che il composto sia cremoso e omogeneo.

Ponete la ciotola coperta da pellicola in frigorifero per quattro ore circa.

Passato questo tempo in frigo, preparate la gelatiera, versatevi il composto e seguite le istruzioni della macchina; solitamente un sorbetto deve essere lavorato in gelatiera per 25’.

 

Finito il tempo in gelatiera, potete servirlo subito oppure mettere  il vostro sorbetto nella vaschetta che avevate precedentemente preparato e riporla in freezer.

Il momento di servire il sorbetto va calcolato almeno mezz’ora prima, tirandolo fuori dal freezer e controllandone la consistenza. Se lo avrete fatto più di quattro o cinque ore prima bisognerà tirarlo fuori un ora prima. Comunque sia sarebbe bene, una volta ammorbidito a temperatura ambiente, metterlo in una ciotola e frantumarlo mescolando bene per poterlo servire morbido al cucchiaio come dovrebbe essere un sorbetto, questo ne facilita il servizio in coppette o bicchieri da sorbetto e ne esalta il sapore.

Nel caso vogliate invece usare il tipico cucchiaio per gelato e formare delle palle, mantenete la consistenza un poco più soda.

Senza la gelatiera, dovrete versare il composto direttamente nel contenitore che andrà in freezer e per le prime tre ore tirarlo fuori ogni mezz’ora per rimestare molto bene il composto. Poi ripetere questa stessa operazione ma ogni ora fino a ottenere la consistenza desiderata. In questo modo, se lo iniziate entro mezzogiorno, sarà pronto per l’ora di cena, della consistenza giusta dopo averlo mescolato un’ ultima volta al momento di servirlo oppure usando il cucchiaio da gelato e in tal caso senza quest’ultimo rimescolamento.

 

Proprietà:

vitaminica, rimineralizzante, lassativa, diuretica, antiossidante, tonica, antiinfiammatoria, digestiva.

 

PS: io ho acquistato zenzero biologico, essendo una radice è preferibile e l’unico che ho trovato nei negozi BIO, proveniva dal Perù. Se però lo trovate italiano ancora meglio. Devo precisare che rispetto a quello cinese, quello Peruviano è altrettanto profumato ma quasi non pizzica, un vero vantaggio, così lo può mangiare anche chi non ama o non tollera il piccante.

 

Le ricette di Orsotonto