“Special Stage” & “Special Cook”: Officine Buone Onlus Presenta Cucina E Musica Presso Rsd Simona Sorge Della Sacra Famiglia Di Inzago

Di: - Pubblicato: 11 Mar 2016

L’Idea di abbinare un pomeriggio di cucina e musica nasce dall’incontro con Hugo e Giancarlo, due “anime” di Officine Buone Onlus. Questa realtà si propone da un paio d’anni, con un’iniziativa chiamata “Special Stage”, di portare gruppi musicali e solisti emergenti, precedentemente selezionati, a suonare in luoghi come ospedali, case di cura e centri per disabili. In una sorta di esibizione a più gruppi, giudicati  da una giuria insolita:  quella dei pazienti delle strutture che li ospitano. Quest’anno hanno poi fatto partire anche un altro progetto, “Special cook”, che analogamente mette in competizione cuochi emergenti, anch’essi giudicati dai pazienti che li vedono e “assaggiano” in diretta.

Da noi a Inzago non tutti gli ospiti possono mangiare o assaggiare: ecco quindi l’idea di unire i due Special per soddisfare tutti i presenti. Se l’esordio del 31 gennaio scorso si era rivelato più che positivo, il bis di sabato 5 marzo lo è stato ancora di più, ecco qui sotto cosa ne pensano le nostre capo-redattrici Salvina e Giada.

Paolo De Gregorio

 

C’è chi il sabato sera esce per andare a cena in un ristorante con un bel sottofondo musicale, noi invece, che come molti sanno siamo “pigri”,  abbiamo avuto l’idea di portare il ristorante qui.

 

Sembrerebbe una cosa difficile, ma non è così! Alcuni chef hanno cucinato qui da noi, spiegando le ricette e le caratteristiche dei loro piatti: spaziando dal dolce al salato. Gli chef sono stati valutati, nel gusto e nella presentazione dei piatti, dagli ospiti presenti, tramite schede.

Il tutto sullo sfondo di buona musica dal vivo: giovani talenti che si mettono in gioco per farsi conoscere!

cook 2 foto

I piatti hanno superato l’esame a pieni vuoti e i cantanti hanno fatto la loro parte, sfidandosi all’ultima nota sempre sotto l’attenta osservazione dei presenti e questa volta anche chi non aveva potuto assaggiare i cibi ha espresso il proprio giudizio!

Difficile dire chi abbia vinto nei due confronti: tutti da 10, ma la lode va certamente a questa bella iniziativa. Un pomeriggio insolito come ce ne dovrebbero essere molti altri.

Quattro chiacchiere con i maestri di cucina e musica, per passare al momento dedicato alle fotografie, per immortalare i momenti più salienti della preparazione e dei piatti finiti.

Infine, una bella sorpresa: un cuoco che si unisce ai musicisti e ci regala una “Stand by me” da brivido.

Beh che dire…grazie a tutti per aver condiviso con noi un piacevolissimo pomeriggio sperando che si possa ripetere molto presto!

Salvina Candarella

 

Un gustoso e ritmato pomeriggio insieme a nuovi amici .

E così da alcune settimane è iniziata una nuova collaborazione, grazie all’incontro con ”Officine Buone Onlus”: special cook” e “special stage”.

Si sono sfidati, all’interno del nostro Centro, un trio contro una coppia di cuochi .. e sempre un trio contro, ahimè, una solista! Tutti loro sono poi stati giudicati da noi osservatori attenti e…golosi!

Infatti, i più fortunati (io ero tra quelli…) hanno potuto assaggiare i piatti sia dolci che salati, mentre per chi non ha potuto mangiare  .. tanta musica da ascoltare e votare.

I concorrenti chef erano i ”the cookers” contro una coppia di studenti dell’istituto alberghiero “Amerigo Vespucci”, mentre i musicisti erano i ”the good choice” (pop alternativo inglese) contro ”Mary Green”, candida voce solista, molto brava.

Insomma, nonostante due tipologie così diverse, veramente un incontro di

gioia e gusto molto piacevoli.

Giada Mulazzani