Bellezza “Naturale”

Di: - Pubblicato: 29 aprile 2016

Il mondo naturale ancora una volta rende utili i suoi frutti

Questa settimana parliamo di una pianta conosciuta sin dai tempi più antichi per la sua funzione colorante e dalle proprietà curative.

Lawsonia Inermis, è un arbusto spinoso alto circa un metro e molto longevo, appartenente alla famiglia delle Lythraceae di cui costituisce l’unica specie, comunemente chiamata henna o meglio conosciuta con il nome di derivazione francese, di Hennè.

Originaria dell’Asia minore, Iran, Nord Africa è molto diffusa nei paesi Arabi.

Dalle foglie e dai rami essiccati e macinati si ottiene una polvere di color giallo-verdastra o marroncina, il colore varia a seconda della concentrazione di foglie o rami presenti, che viene utilizzata appunto, come colorante naturale; l’Hennè ricavato dalle sole foglie essiccate è di migliore qualità ed è identificato dal suo colore unicamente giallo-verdastro.

hennè

 

Le più antiche civiltà hanno utilizzato l’hennè per tatuare la pelle, ancora oggi diffuso in Nord africa e Oriente è il Mehndi questo termine indiano viene usato per indicare un tatuaggio temporaneo eseguito su mani e piedi con l’hennè rosso per il rito nuziale, pare sia benaugurante per chi lo indossa. La sua funzione colorante però non coinvolge solo la pelle, ma anche i tessuti, è soprattutto conosciuta come colorazione naturale per capelli, si trovarono tracce di capelli colorati con hennè nelle mummie egiziane.

Ha la capacità di coprire i capelli bianchi ottenendo così un colore dalle sfumature naturali, le sue proprietà curative fanno di lui un vero alleato della bellezza, capace di rendere i capelli più sani e luminosi, soprattutto utile in caso di capelli fragili e danneggiati, inoltre è capace di donare corposità ai capelli fini.

Possiamo utilizzarlo come trattamento curativo e riequilibrante, in tutti quei casi dove vi è un eccesso di sebo (cute grassa), inizialmente il suo utilizzo può seccarli, ma nel tempo li renderà forti e luminosi.

Bisogna inoltre fare molta attenzione alla scelta del prodotto che si utilizza, l’Hennè naturale (Lawsonia Inermis) non ha l’aggiunta di nessun componente chimico e non ha potere schiarente, ciò che si può aggiungere alla polvere per migliorarne l’efficacia è ad esempio: l’aceto per potenziare la sua funzione lucidante, il thè Karkadè per rinforzare la tonalità di rosso, lo yogurt bianco naturale che assorbe l’acidità del capello, conferendogli nutrimento.

Si applica dopo aver effettuato uno shampoo, il composto si ottiene miscelando la polvere di hennè con acqua calda, può macchiare la pelle, quindi bisogna prestare attenzione durante l’applicazione, avvolgere i capelli nella pellicola e lasciare agire.

Essendo questa una colorazione totalmente naturale si può eseguire in gravidanza.

Per assicurarsi che sia un prodotto completamente naturale bisogna controllarne i componenti presenti all’interno, questo prodotto si trova in erboristeria e in alcuni centri tricologici specializzati.

 

 

Serena Porcelli