Crema di Peperoni

Di: - Pubblicato: 26 settembre 2016

In settembre si raccolgono gli ultimi peperoni di stagione e se non ci è venuto in mente prima prepariamo questa crema per una bella pasta ruvida o per dei crostini come antipasto, tanto per approfittare fino all’ultimo dei benefici di questo ortaggio così ricco di vitamine.

Tempo: 1 ora compreso la cottura

hlkh

Ingredienti per 5 o 6 porzioni:

  • 700 gr di peperoni rossi e/o gialli
  • una carota piccola
  • una cipolla bionda media
  • un mazzetto di finocchietto selvatico fresco se stagione oppure 1 costa di sedano con le foglie
  • una manciatina di capperi sotto sale che dissalerete
  • un mazzetto di prezzemolo oppure basilico oppure coriandolo fresco (1 dei tre a scelta)
  • olio extra vergine di oliva qb
  • sale qb
  • pepe da macinare in tavola

 

 

Procedimento:

Lavate e pulite i peperoni e le altre verdure.

Tagliate i peperoni a listarelle sottili non troppo lunghe, affettate la cipolla e tritate la carota e il sedano a coltello.

Mettete le carote, il sedano e i peperoni a soffriggere in un po’ di olio, poi dopo 15’ metteteci anche la cipolla e i capperi e continuate a far andare a fiamma media per altri 15’; nel frattempo salate.

A questo punto se avrete trovato il finocchietto selvatico (quindi non avrete usato il sedano) dopo averlo sminuzzato ma non troppo mettetelo assieme agli altri ingredienti date una rimestata e spegnete il fuoco.

Quindi riducete il tutto in crema con un frullatore a immersione. Se desiderate una crema rustica e cioè con ancora dei pezzettini di peperoni e verdure visibili frullate direttamente nella padella in cui avrete cucinato mentre se volete una crema uniforme e completamente liscia dovrete usare un contenitore alto e stretto come spesso si trovano in abbinamento al minipimer.

È probabile che serva aggiungere acqua e olio per aiutare il frullatore a ridurre in crema il vostro composto e renderlo più cremoso e meno asciutto.

A questo punto assaggiate di sale e correggete se necessario.

Aggiungete sopra all’ultimo momento il prezzemolo o il basilico o il coriandolo tritati non troppo fine.

Pepe da macinare direttamente in tavola per chi lo gradisce.

 

bhjvj

 

Utilizzo:

È ottima con una pasta lunga, ruvida e integrale come spaghetti o linguine; mentre se usate pasta liscia è meglio corta come fusilli, farfalle, conchiglie, gnocchi fatti in casa vedi ricetta a questo link http://www.sonda.life/in-evidenza/gnocchi-vegani-fatti-in-casa/ .

Oppure può essere servita sopra del pane rustico grigliato come crostino per antipasto, in tal caso l’uso dei capperi è indispensabile.

 

Proprietà:

vitaminiche, rimineralizzanti, antiossidanti, contrastanti gli effetti nocivi dei radicali liberi, sazianti, diuretiche, antitumorali.

 

Ps:

  • La scelta della varietà dei peperoni dipende da voi e da quello che troverete. Io ho usato 600 gr di peperoni capriglia del Piemonte e 100 gr di peperoni campanella come da foto sopra, che coltivo io stesso.
  • Sono da preferire i peperoni rossi e gialli mentre i verdi sono sconsigliati perché con la cottura specialmente se ridotti a una crema diventano di un verde spento poco appetitoso.
  • Se volete una crema dal sapore molto delicato non metteteci i capperi.

 

 

Le ricette di Orsotonto

images