Domenica 17 Aprile Una Delegazione De “Gli Scarrozzati” Parte Per Parma, Per Agire Da Talismano Alla Promozione In Lega Pro Degli Emiliani.

Di: - Pubblicato: 28 aprile 2016

“Gli Scarrozzati” erano balzati alle cronache locali e nazionali, dopo che avevano donato una loro maglia celebrativa al bomber del Parma Baraye il quale l’aveva mostrata in occasione del suo ventesimo gol stagionale, guadagnandosi un’ingiusta ammonizione, con conseguente squalifica per la domenica successiva.

 

“Il 17 Aprile 2016, una rappresentanza de “Gli Scarrozzati”, coadiuvati dall’educatore Paolo De Gregorio, ha assistito al trionfo del Parma Calcio 1913, salito in Lega Pro.
Passando di categoria, sta cercando di risalire la china per tornare ad essere una squadra, che possa rappresentare il calcio italiano in una posizione a cui era abituata, sospinto da un pubblico e una città meravigliosi, che hanno risposto alla grande, dopo le vicissitudini scandalose dell’anno scorso. L’esplosione di gioia  è iniziata nel campo sportivo per poi contagiare le strade della città. Anche quest’anno eravamo in compagnia degli amici di Parma: Marco e Mina a cui si son aggiunti altri amici. Nei loro occhi si leggeva la gioia per la vittoria e Paolo, il nostro educatore, anche se non lo dava a vedere, era il più felice di tutti!” Antonino Messina

scarrozzati 1

Prosegue Simone Colaizzi con il resoconto della giornata passata in trasferta:

“Così alle 9,30 armati di striscione rigorosamente gialloblu, una delegazione de “Gli Scarrozzati”, formata dal sottoscritto, Tonino e Stefan, accompagnati dagli amici Paolo Claudio e Paola, parte alla volta di Parma, per assistere alla partita che avrebbe potuto riportare il Parma nel calcio professionistico. Arriviamo a Parma verso le undici, dove ci attende un gruppo di amici dalla irriducibile fede gialloblu e, poco dopo, Matteo,  dona a Paolo una t-shirt,  con la scritta “A PARMA BATTE SEMPRE”. Matteo, con alcuni amici, ha realizzato questa maglia per raccogliere fondi destinati all’acquisto di DEFIBRILLATORI AUTOMACI da donare a società del territorio: Paolo la riceve con grande piacere e nasce una nuova bella amicizia!

Dopo i saluti di rito, partiamo insieme per raggiungere una nota trattoria locale per il pranzo a base di specialità tipiche.  E lì la prima sorpresa, ci raggiunge per un brindisi di buon augurio Alessandro Melli, ex bomber gialloblu e commentatore Sky ufficiale delle partite del Parma. Si procede così al pranzo, dalla torta fritta accompagnata da salumi locali ai tortelli alle erbette rigorosamente coperti da parmigiano reggiano, il tutto accompagnato da un ottimo vino locale. Ma è ormai ora di alzarsi da tavola e partire alla volta dello stadio Tardini di Parma, dove appena arrivati ci vengono consegnate delle bandierine giallo blu per la coreografia.

scarrozzati 2

Così, arrivando all’interno nello spazio disabili, ci accorgiamo subito che lo stadio è gremito all’inverosimile e posizioniamo subito il nostro striscione (Gli Scarrozzati presenti) con tanto di cuore gialloblu. Non poteva di certo mancare il saluto durante il riscaldamento del nostro amico nonché capitano del Parma Alessandro Lucarelli e l’accoglienza di alcuni volontari locali che subito ci offrono del caffè e del the caldo. Da lì a poco il calcio d’inizio e dopo varie occasioni, finalmente il Parma va meritatamente in vantaggio, accompagnato dal boato da brividi di sedicimila tifosi. Si chiude così il primo tempo… ed ecco un’altra sorpresa per noi: conosciamo finalmente il bomber Baraye che viene a salutarci prestandosi ad autografi e foto, ringraziandoci della maglietta che gli aveva portato bene per il ventesimo gol, nonostante gli fosse costato la squalifica ingiusta da parte di un arbitro al dir poco ignorante.

Comincia così il secondo tempo, col Parma che sfiora più volte il raddoppio, ma quando nessuno se lo sarebbe aspettato arriva il pareggio del Delta Rovigo. Non poteva finire così, perché “Gli Scarrozzati” portano bene, così all’85’ un giocatore del Parma viene atterrato in area di rigore e l’arbitro concede il penalty. Pochi secondi che sembrano durare un’eternità, il fischio per la battuta del calcio di rigore e il gol: il Parma di nuovo in vantaggio mentre restano pochi minuti alla fine.

I tifosi fanno partire dalla curva la ola alla quale partecipa tutto lo stadio più di una volta, “che spettacolo” altro che serie D, qui sembra di assistere ad uno spareggio di serie A!

Ed ecco il fischio finale; il Parma vince due a uno ed è matematicamente in Lega Pro.

Cominciano i festeggiamenti dentro e fuori dallo stadio dove ci ricongiungiamo con i nostri amici. Ma le sorprese non sono finite, perché nel nostro punto di ritrovo ci viene a salutare anche Cristiana, moglie del capitano Alessandro Lucarelli, e ancora Alessandro Melli, come promessoci a pranzo, fresco di telecronaca.

Dopo una lunga chiacchierata ripartiamo felici per Inzago: missione compiuta, perché gli Scarrozzati portano bene!”

Simone Colaizzi