Giornata Internazionale Dell’Alimentazione: Il Clima Sta Cambiando, Il Cibo E L’Agricoltura Anche

Di: - Pubblicato: 12 settembre 2016

La Giornata Mondiale dell’Alimentazione (GMA) è stata istituita il 24 novembre del 1979 e si celebra annualmente nella data del 16 ottobre, in cui ricorre l’anniversario della fondazione della FAO (16 ottobre 1945). Si tratta in assoluto di uno dei giorni più celebrati del calendario ONU.

 

Foto 2 x art Samatha Di Vito

Nel mese di ottobre 2015, i sindaci che hanno aderito al  “Milan Urban Food Policy Pact “, si sono impegnati con  quello che è stato il primo protocollo internazionale che prevede per le città lo sviluppo di sistemi alimentari sostenibili che garantiscano cibo sano e accessibile a tutti, che proteggano la biodiversità e riducano gli sprechi alimentari. Durante la cerimonia della Giornata mondiale dell’alimentazione a Expo Milano 2015, il Patto è stato presentato al Segretario Generale dell’ONU. Quest’anno presso la FAO, i sindaci si uniranno per una seconda volta per discutere i loro sforzi di collaborazione nello sviluppo di sistemi alimentari sostenibili nelle città che rappresentano, e condividere esperienze e pratiche migliori.

Il recente sforzo legislativo nazionale, con l’approvazione del cosiddetto “decreto taglia sprechi” ha apportato un forte slancio nel  recupero e nella donazione di prodotti alimentari e farmaceutici per fini di solidarietà sociale. Per “spreco alimentare” si intende l’insieme dei prodotti alimentari scartati dalla catena agroalimentare per ragioni commerciali o estetiche o perché prossimi alla data di scadenza, ancora commestibili e potenzialmente destinabili al consumo umano o animale e che, in assenza di un possibile uso alternativo, sono destinati a essere smaltiti.

Si prevede che la popolazione mondiale per il 2050 raggiungerà oltre 9 miliardi di persone, e la FAO stima che la produzione alimentare mondiale dovrà aumentare del 60% per tenere il passo con questo incremento demografico. Nel frattempo, gli agricoltori su piccola scala e a livello familiare, che producono la maggior parte del cibo che mangiamo, sono tra i più colpiti dall’aumento delle temperature globali, dalla siccità in crescita e dalle avversità dovute alle condizioni atmosferiche associate ai cambiamenti climatici. Ecco perché la FAO scelto “Il clima sta cambiando. Il cibo e l’agricoltura anche” come tema per la Giornata mondiale dell’alimentazione 2016, che sarà celebrata il 16 ottobre. Come ben evidenzia l’Agenda 2030, la sostenibilità è fondamentale per assicurare un futuro al nostro pianeta che possa alimentare una popolazione crescente e fornire prospettive alle generazioni a venire.

Foto x art Samatha Di Vito

La FAO ha promosso, di concerto con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, un concorso per la creazione di poster e video della Giornata mondiale dell’alimentazione sul tema centrale della giornata stessa. Questo progetto ha lo scopo di dare a bambini e adolescenti di tutto il mondo, l’opportunità di esplorare questo tema e di esprimere le loro idee circa il rapporto tra cambiamento climatico, il cibo che mangiamo, e le cause della fame e condividerli con gli altri.

I bambini e gli adolescenti di età compresa tra i 5 e i 19 anni sono incoraggiati a conoscere il tema della GMA 2016 e usare la loro immaginazione per progettare digitalmente, disegnare o dipingere un poster che lo esplori. Per i giovani di età compresa tra i 13 e i 19 anni d’età c’è la possibilità di produrre un video, di non più di 1 minuto, e caricarlo su YouTube con l’hashtag # WFD2016VideoContest. Il termine ultimo per le iscrizioni è il 30 settembre 2016.

Per ulteriori informazioni sulle regole del concorso e sulle modalità di partecipazione, è sufficiente visitare la pagina della Giornata mondiale dell’alimentazione 2016 dedicata al concorso video e poster. I vincitori saranno annunciati il 14 ottobre 2016 sul sito della Giornata Mondiale dell’Alimentazione, così come sui social della FAO, e saranno promossi a livello internazionale.

Samantha Di Vito