Le storie di Emergency: attentato a Kabul del 31 maggio 2017

Di: - Pubblicato: 1 giugno 2017

“Hanno tremato anche i muri, è stata una delle esplosioni più forti che abbia mai sentito. L’ospedale è stato leggermente danneggiato, ma stiamo tutti bene fortunatamente, sia lo staff nazionale sia quello internazionale. Dei danni alla struttura ci occuperemo dopo, per ora siamo tutti concentrati sui pazienti e le sale operatorie lavorano senza sosta“.

Giorgia, la nostra coordinatrice medica a Kabul, ci racconta dell’esplosione che  ha fatto tremare la città qualche giorno fa.  Alle 8:15, in un orario in cui le strade sono molto affollate, un’autobomba ha provocato decine di morti e centinaia di feriti nel distretto Wazir Akbar Khan, la zona delle ambasciate, a circa cinquecento metri dal nostro ospedale.

In meno di 10 minuti sono arrivate oltre 100 persone al nostro Centro chirurgico: 70 sono state ricoverate, mentre 30-40 le abbiamo dimesse con ferite minori. Numeri enormi”. Per tutta la giornata, una folla di persone si è riversata davanti all’ospedale alla ricerca di parenti e amici.

“Sono 16 anni che offriamo assistenza chirurgica alle vittime di guerra qui a Kabul. Sedici anni: questa guerra non solo non accenna a finire, ma diventa sempre più violenta, anche nella capitale”.

Questo il link ad un nostro video comunicato :

https://www.youtube.com/watch?v=agXNOa0ntVg

 

Mirko Silva

Gruppo Volontari Milano