Omaggio Di Trenta Artisti A Pier Paolo Pasolini, Presso Palazzo Trivulzio Inaugurazione Della Mostra 16 Marzo

Di: - Pubblicato: 16 marzo 2017

Intervista al curatore Renato Galbusera

A cura di Claudia Notargiacomo

Dal 16 Marzo al 2 Aprile 2017, Palazzo Trivulzio ospiterà una mostra in ricordo di Pier Paolo Pasolini. La mostra, curata da Renato Galbusera, per il Progetto Artepassante e con il patrocinio dell’Accademia Le Belle Arti di Brera, vedrà esposte più di quaranta opere in omaggio al poeta e regista da parte di trenta differenti artisti. Durante il periodo espositivo si terranno eventi che saranno occasione di approfondimento sulla poetica di Pasolini e la sua opera cinematografica.

Buongiorno Renato, molte le opere esposte in omaggio a Pasolini, ben trenta gli artisti coinvolti: le chiedo qualche parola sulla scelta degli stessi e sulla proposta artistica

I trenta artisti hanno risposto ad una proposta formulata dall’Amministrazione Comunale di Senigallia (An), coordinata da Carlo Emanuele Bugatti Direttore del Museo dell’Informazione, in occasione del 40° anniversario dell’assassinio di Pasolini novembre 1975-2015. Appartengono a generazioni diverse, dai Maestri storici (Ceretti, Baratella, De Filippi), alla generazione di mezzo (Jannelli, Gennari, Pizzi, Miano) fino alle più giovani presenze (Nahmad, Falco, Trifilò). La proposta artistica è articolata con opere che affrontano le tematiche del ritratto, dell’evocazione poetica, del rapporto con l’immagine fotografica e filmica.

Complessità e attualità: qual è la riflessione che questa mostra porta con sé o meglio che questa proposta culturale vuole sottolineare?

L’attualità della figura di Pasolini, come intellettuale totale in grado di esprimersi su tutte le grandi tematiche del presente: il rapporto con il Sacro, la politica, la povertà, la sessualità, la memoria.

Pittura, concerti jazz, video proiezioni e poesia: l’arte nelle sue massime espressioni. Cosa propone questo progetto, quali gli spunti artistici più coinvolgenti?

 Il progetto mira a restituire la complessità della figura del Poeta: che ha percorso le diverse strade della creazione artistica con autorevolezza. Di questa complessità può essere emblematica la sequenza fotografica ad opera di Antonio Masotti della performance “Intellettuale” ideata da Fabio Mauri in occasione di Arte Fiera, Bologna 1975, che la mostra presenta.

“Umanità salvata dalla tentazione del nulla, attraverso la bellezza”: come in questa mostra si sviluppa tale concetto e il rapporto con la bellezza?

La mostra offre un’immagine della bellezza, contraddittoria: in questo ispirata dalla figura di Pasolini portatore di una rinnovata idea di Bellezza.

 

Una splendida mostra quella proposta fino al 2 aprile presso Palazzo Trivulzio, accompagnata da un’interessante proposta musicale e poetica, per un approfondimento sempre maggiore della figura del grande intellettuale.

 

Per info Per informazioni e visite guidate: info.lebellearti@fastwebnet.it

 

Palazzo Trivulzio, Piazza della Vittoria 7, Locate di Triulzi (MI)