A RISCHIO L’OASI DELLE BALENOTTERE COMUNI

Di: - Pubblicato: 17 settembre 2015

Il Santuario Pelagos, situato nel Mediterraneo, è il luogo dove la balenottera comune vive, si ciba e si riproduce. WWF Italia e WWF Francia, da anni, lottano per la salvaguardia di questo tratto di mare, facendo ricerche e stilando dati riguardanti la sostenibilità di questo habitat. La ricerca di WWF Italia e WWF Francia, dal titolo “Santuario Pelagos: valutazione dello stato attuale e proposte per una migliore gestione”, è stata presentata a Montecarlo. Le riflessioni della Presidente del WWF Italia, Donatella Bianchi, e della Presidente del WWF Francia, Isabelle Autissiér, relativamente alle proposte e agli obiettivi che WWF Italia e Francia si sono prefigurati, per la salvaguardia e la conservazione dell’oasi naturale, riguardano il rafforzamento della  governance, un impiego di maggiori risorse economiche, la definizione di obiettivi precisi sui temi più caldi come l’inquinamento e il traffico marittimo (rischio di collisioni tra navi e balenottere, nell’area del Santuario e in quelle limitrofe).  

Le risorse destinate al Santuario ammontano, complessivamente, a 490.000 euro l’anno, appena 6 centesimi di euro l’anno per ettaro, quando l’UICN (Unione internazionale per la conservazione della natura) stima che il budget necessario, per un’area protetta simile al Santuario, oscilli tra 32 e 110 euro l’anno per ettaro. L’obiettivo del WWF è quello di fornire elementi di discussione, evidenziare gli aspetti positivi così come di critica costruttiva, affinché vi sia uno sforzo comune per un bene comune, ma ancora ad alto rischio (fonte WWF).

Lucio Salciarini