BIODIVERSITA’

Di: - Pubblicato: 2 Luglio 2015

BIODIVERSITA’:

IL CAPITALE NATURALE

LA BASE PER UNA NUOVA ECONOMIA

Convegno EXPO 2015 Sabato 4 luglio, ore 16.00
AUDITORIUM TEATRO DELLA TERRA EXPO – BIODIVERSITY PARK

http://www.wwf.it/capitalenaturale.cfm

biodiversita-della-zucca

Il capitale naturale non può più essere invisibile ai modelli economici ma deve essere considerato centrale e base fondamentale per lo sviluppo dell’umanità. E’ perciò necessario individuare le modalità per “mettere in conto” la natura, cercare di fornirgli un valore in modo che la contabilità economica venga affiancata da una contabilità ecologica che conteggi risorse, sistemi naturali e i loro servizi.
Per facilitare questo processo il WWF Italia, Civil Society Participants di EXPO 2015, Federparchi, Ministero dell’Ambiente, Biodiversity park EXPO 2015, invitano al convegno nazionale in EXPO 2015 sabato 4 luglio, dalle ore 16 nell’auditorium della Terra del Biodiversity park. Il convegno farà il punto su questo tema fondamentale, analizzandone il quadro generale, le azioni concrete già operative in diverse parti del mondo e nel nostro paese e le proposte concrete per contribuire a impostare una nuova economia che tenga veramente conto della natura. I partecipanti che si iscriveranno entro il 30 giugno riceveranno un biglietto omaggio di accesso a EXPO 2015, inviando una e-mail seminario4luglio@wwfrp.it

 Approfondimenti, documenti, link e letture consigliate sono disponibili sulle pagine del sito WEB dedicate al convegno: www.wwf.it/capitalenaturale

 PROGRAMMA

Maria Carmela Giarratano (Direttore generale Protezione della Natura, Ministero dell’Ambiente, della tutela del Territorio e del Mare),
La valorizzazione del capitale naturale nell’operato del Ministero dell’Ambiente

 Giampiero Sammuri (Presidente di Federparchi),
La contabilità ambientale nel sistema delle Aree Protette

 Gianfranco Bologna (Direttore scientifico WWF Italia)
Il valore del capitale naturale: storia e prospettive

Fabiola Riccardini (Co-chair dell’Inter Agency Expert Group,Sustainable Development Goals, ONU e Head of Well-being and Sustainability Project, ISTAT),
Le valutazioni e i nuovi indicatori sul benessere equo e sostenibile in Italia e nel mondo

 Renato Casagrandi (Professore di Ecologia, Politecnico di Milano),
Il ruolo dei servizi ecosistemici in un mondo che cambia

 Riccardo Santolini (Professore di Ecologia, Università di Urbino),
La valutazione dei servizi ecosistemici in Italia: stato dell’arte e prospettive nella determinazione dei costi ambientali

 Davide Marino (Professore di Economia ed Estimo Rurale ed Economia della Biodiversità, Università del Molise),
I servizi eco sistemici: dalla valutazione alla governance, indicazione del progetto Life+ Making Good Natura

 Chiara Pirovano (Portavoce Comitato Expo dei Popoli),
I risultati del forum internazionale della sociatà civile e dei movimenti contadini: la centralità della Natura

WWF Italia