CONVEGNO EXPO: CIBO E AMBIENTE, MEDICINA PER IL CORPO

Di: - Pubblicato: 30 luglio 2015

 

Venerdì 24 luglio presso EXPO si è tenuto il convegno “Cibo come medicina per il corpo, lo spirito etimthumb l’ambiente”, organizzato dalla Società italiana di Medicina Ambientale (SIMA) in collaborazione con Fondazione Sviluppo Cà Granda e WWF Italia. L’iniziativa è stata l’occasione per molteplici figure istituzionali ed esperti nutrizionisti per approfondire e confermare il ruolo dell’Italia come leader mondiale dell’ecologia ambientale. Fino a poco prima degli anni 80 non si prestava particolare attenzione a quelle che potevano essere le conseguenze sul corpo e sulla psiche determinate da cibo non sano e ambiente inquinato. Grazie ai tantissimi studi e alla ricerca scientifica oggi è finalmente chiaro quanto questi fattori siano determinanti per un buon equilibrio psico-fisico e per mantenersi in salute. Molti i temi in questione, primo tra tutti quello relativo alla conquista di un’importante consapevolezza: l’importanza del “km zero” e del rispetto della stagionalità. La grande industria, troppo spesso, attraverso l’utilizzo di sostanze chimiche, produce cibi anche in periodi in cui quel determinato prodotto risulta essere fuori stagione, quindi, stando alla logica, quel prodotto non ha nulla di naturale… Fondazione Sviluppo Cà Granda ha avviato un progetto di filiera corta, con alimenti prodotti nei propri terreni agricoli, che utilizza per le proprie mense, migliorando così la qualità dei prodotti impiegati.

Per quanto riguarda, poi, la sostenibilità ambientale, altro tema prioritario in un discorso di attenzione e rispetto ecco che WWF Italia ha portato all’evento la propria esperienza, presentando il “Decalogo per il mangiare sostenibile”, una guida che sensibilizza i cittadini ad azioni responsabili per conservare e tutelare l’ambiente. (http://www.oneplanetfood.info/mipaa

Il concetto di cibo sano è possibile solo in un ambiente sano: i 34 relatori intervenuti al convegno si sono fatti portavoce di quello che deve rappresentare un nuovo modo di vivere l’ambiente che ci circonda, un vero e proprio cammino verso una filosofia alimentare caratterizzata da sempre maggiore consapevolezza e rispetto, dove la salvaguardia dell’ambiente rappresenta una priorità per la vita di ognuno di noi.

Marco Feliciani