PERIODO PRENATALE

Di: - Pubblicato: 11 settembre 2015

SVILUPPO COMPORTAMENTALE, FASI E PERIODI A CUI PRESTARE ATTENZIONE: I PRIMI PASSI!

PERIODO PRENATALE

Lo sviluppo comportamentale nel cane inizia ancor prima di nascere. Il feto ovviamente non ha capacita’ di apprendimento ma esistono degli scambi di informazioni tra feto e madre che possono condizionare il comportamento futuro del nascituro, capaci di provocare tali stress da interferire sul normale sviluppo dei comportamenti.

Dal 1° al 12° giorno di vita: PERIODO NEONATALE

Inizio della dipendenza affettiva della madre verso i cuccioli. L’attaccamento è molto importante perché permette alla madre di elaborare dei comportamenti di difesa della prole nonché di curarla e di nutrirla adeguatamente (istinto materno)

Dal 16° al 21° giorno di vita: PERIODO DI TRANSIZIONE

Sviluppo neurosensoriale = definizione delle capacità percettive – sensorie, cioè tutti i cinque sensi sono attivi.

Sviluppo dell’attaccamento affettivo dei cuccioli nei confronti della madre. Grazie ai sensi ormai sviluppati il cucciolo ha più elementi per riconoscere la propria madre, quale il suo odore, la consistenza tattile, i suoni che emette ecc. In questo modo la madre diventa un punto di riferimento di importanza vitale e qualsiasi tentativo di allontanare i cuccioli dalla madre provoca in essi uno stato di agitazione e nervosismo che potrebbe influenzare lo sviluppo comportamentale futuro. L’attaccamento è quindi divenuto reciproco: quello dalla madre verso i cuccioli è iniziato durante il parto e quello dei cuccioli verso la madre in questo periodo.

Intorno al 23°/25° giorno il cucciolo comincia a nutrirsi anche con il cibo secco. Si consiglia di dare alla madre, 20 gg. prima del parto, lo stesso cibo che verrà dato ai cuccioli, per trasferire loro gli enzimi necessari alla digestione. L’attaccamento reciproco è una condizione essenziale perché possa instaurarsi, nel cucciolo, il processo di apprendimento chiamato “imprinting”.

PERIODO DI SOCIALIZZAZIONE

E’ sicuramente il periodo più importante della vita per quanto riguarda lo sviluppo comportamentale. Inizia dal 21° giorno di vita fino ai tre mesi e mezzo. In questa fase avviene l’IMPRINTING che e’ il periodo in cui il cane riconosce i suoi simili (socializzazione intraspecifica: cani con cani) e soggetti appartenenti a specie diverse con cui ha un’interazione (socializzazione interspecifica: cane-uomo/ cane-gatto)

Condizione essenziale perché l’imprinting possa avvenire è l’attaccamento. Se per qualche ragione non c’è attaccamento fra il cucciolo e la madre (cosa che avviene nel periodo di transizione), non si può sviluppare l’imprinting. Quello che il cane apprende per mezzo dell’imprinting viene assorbito in modo indelebile dal suo cervello e perdura per tutta la vita.

Un imprinting errato è un danno irreversibile.

Nei rapaci l’imprinting comincia dopo qualche ora dalla nascita perché i rapaci nascono con tutti i sensi già sviluppati.

Nei gatti l’imprinting va dalla 5^ alla 8^ settimana di vita.

Nell’uomo l’imprinting va da 0 a tre anni.

Dal 30°al 40° g = inizia la capacità di apprendimento orientata ad inibire, cioè a sospendere, i morsi (i cani fanno l’esperienza necessaria per capire che possono schiacciare la bocca fino ad un certo punto); anche l’uomo può inibire il morso.

Dal 40°al 50° g = ricerca con l’olfatto le sue deiezioni precedenti

(Perché il cucciolo fa la pipì in casa? Sia perché tende a farla vicino alla tana per dipendenza olfattiva, sia perché il cane, oltre ad essere un predatore è anche una preda, quindi non vuole lasciare in giro la sua traccia ad un eventuale predatore. Per sapere per quanto tempo un cucciolo può trattenere le urine: i suoi mesi + 1 = il risultato trasformato in ore Es.: cucciolo di 3 mesi: 3 mesi + 1 = 4 ore).

E’ molto importante considerare che in questo periodo di vita il cucciolo inizia ad apprendere e che la sua capacità di apprendimento è molto più elevata che negli altri periodi della sua vita.

Elevata capacità di apprendimento vuol dire anche elevata capacità di adattamento. E’ proprio in questo periodo che il cucciolo ha la massima capacità di adattamento a situazioni ambientali diverse.

Per questa ragione è consigliabile che il cucciolo venga adottato in questo periodo di vita (8^/10^ settimana).Il cucciolo ha la possibilità di adattarsi a qualsiasi nuovo ambiente anche se molto diverso da quello in cui è stato fino a quel momento.

Inizia in questo periodo la gerarchizzazione: altra fase molto importante. Il cane è un animale sociale, destinato a vivere in un branco con una struttura gerarchica ben definita. Nel periodo di socializzazione, i cuccioli, giocando fra loro, assumono le prime posture corporee di dominanza e di sottomissione. Osservando i cuccioli durante questo tipo di relazione, sarà possibile individuare i soggetti predisposti a diventare maggiormente dominanti e quelli invece più sottomessi.

Ivana Lojacono

Educatrice cinofila

Mob.3403375339

iva.lojacono@gmail.com